Home Sicilia Monte Pellegrino: natura e fede sul più bel promontorio del mondo

Monte Pellegrino: natura e fede sul più bel promontorio del mondo

by Maria Rita

Uno dei miei luoghi preferiti a Palermo è il Monte Pellegrino. Ogni qualvolta mi capita di tornarci cerco di incastrare sempre la salita al monte e la visita al Santuario di Santa Rosalia.

Monte Pellegrino conserva ancora oggi numerose grotte in cui vissero i monaci eremiti. Se ne contano circa 134 di origine marina e carsica. Tra le più importanti, le Grotte dell’Addaura con i graffiti del paleolitico superiore, sfortunatamente non visitabili a causa della mancata messa in sicurezza dei costoni rocciosi che le sovrastano.

Monte Pellegrino: il più bel promontorio del mondo

Anche Goethe fu affascinato dal Monte Pellegrino durante il suo viaggio a Palermo tanto da definirlo il più bel promontorio del mondo.

Monte Pellegrino panorama

Monte Pellegrino: la Montagna Sacra di Palermo

Oltre che per la bellezza naturalistica Monte Pellegrino è il cuore dell’amore dei palermitani per il Santuario di Santa Rosalia, una Montagna Sacra che fu scelta da monaci basiliani che vissero nelle grotte e dalla Santuzza dopo aver vissuto sul Monte delle Rose a Santo Stefano di Quisquina per 12 anni.

Cosa vedere sul Monte Pellegrino

La Riserva Naturale Orientata del Monte Pellegrino

Monte Pellegrino insieme al Parco della Favorita fa parte della Riserva Naturale Orientata ed è Sito di interesse comunitario.

Golfo di Mondello da Monte Pellegrino
Golfo di Mondello e Riserva capo Gallo

Il Belvedere

Uno dei punti panoramici che adoro di più è quello che si ha dal Belvedere sul Golfo di Mondello da un lato e sul Golfo di Palermo dall’altro.

Monte Pellegrino vista panoramica

Da qui si vedono scorci a picco sul mare e una Palermo dall’alto che incanta fino ad Aspra, Bagheria e Cefalù.

Panorama sul Golfo di Palermo da Monte Pellegrino
Panorama sul Golfo di Palermo

Sotto al Monte Pellegrino si nota benissimo anche il quartiere di Palermo dell’Arenella.

Arenella Palermo dall'alto Monte Pellegrino
Vista dall’alto sull’Arenella – Palermo

Sul Belvedere si trova la Statua di Santa Rosalia realizzata dallo scultore Benedetto De Lisi rivolta verso il mare.

Santa Rosalia statua Monte Pellegrino

Il Gorgo di Santa Rosalia

Poco distante dal Santuario si trova il Gorgo di Santa Rosalia, uno stagno che si forma con l’acqua piovana e quindi visibile nelle stagioni con maggiori precipitazioni. Noi non siamo mai riusciti a vederlo frequentando Palermo principalmente nei periodi più caldi.

Il labirinto

Esiste un labirinto in cui non ci si perde e si trova in un’area chiamata la Piana di Mezzo. Con 11 spire è stato realizzato da Stafano Baldi e Marina Modica.

Il Santuario di Santa Rosalia

Come già accennato, Santa Rosalia scelse Monte Pellegrino per trascorrere la sua vita. Nel 1624, Palermo era invasa dalla peste. Sul Monte Pellegrino vennero ritrovate in una grotta le ossa di Santa Rosalia. Portate in processione nella città il 5 giugno 1625, l’epidemia pian piano si affievolì fino a svanire. Proclamata Patrona di Palermo, la grotta venne elevata a Santuario.

Santuario di Santa Rosalia Monte Pellegrino
Santuario di Santa Rosalia sul Monte Pellegrino a Palermo

Castello Utveggio

Il Castello Utveggio fu costruito in stile liberty e inaugurato nel 1934 inizialmente come albergo di lusso. Non ebbe molto successo e negli anni a seguire fu abbandonato. Nel 1984 fu restaurato dalla Regione siciliana e oggi è sede del Centro Ricerche e Studi Direzionali.

Monte Pellegrino - Castello Utveggio
Castello Utveggio

Come raggiungere Monte Pellegrino

Monte Pellegrino e il Santuario di Santa Rosalia si possono raggiungere dal Porto e dal quartiere Arenella. Si può arrivare:

  • a piedi, attraverso la Scala dell’Acchianata con un percorso in salita di 4 km (al momento chiusa)
  • in auto prendendo come punto di riferimento Via Pietro Bonanno che conduce dritto dritto al Santuario
  • in autobus con la Lina 812 da Piazza Luigi Sturzo

Trekking ed escursioni sul Monte Pellegrino

Esistono poi altri sentieri per raggiungere a piedi il Monte Pellegrino.

  • il Sentiero della Valle del Porco, lungo 1,5 km sul versante ovest, si accede dalla Scuderie Reali nel Parco della Favorita attraverso la Valle del Porco. E’ il sentiero percorso da Santa Rosalia per raggiungere il Monte Pellegrino.
  • il Sentiero della Rufuliata, a nord della Valle del Porco, è un percorso abbastanza semplice.
  • il Sentiero per la Grotta Niscemi e per la Roccia dello Schiavo sul il versante ovest, si accede dalle Scuderie Reali.
  • la Scaletta della Perciata è più complesso ed è consigliabile l’uso di corde.
Monte Pellegrino Palermo
Trekking sul Monte Pellegrino – Palermo

Vuoi scoprire la meravigliosa Sicilia?

Rimaniamo in contatto?

Ricevi tutti gli aggiornamenti del blog, iscriviti al Canale Telegram e alla Newsletter! Mi trovi anche su Facebook!

Leggi anche

Lascia un commento

error: Content is protected !!