Home Umbria Fonti del Clitunno: natura e relax nel cuore dell’Umbria

Fonti del Clitunno: natura e relax nel cuore dell’Umbria

by Maria Rita

Cosa fare in Umbria tra Spello e Spoleto nelle ore più calde in un giorno d’estate? Visitare le Fonti del Clitunno! Questo è stato il nostro primo pensiero per cercare un pò di fresco per noi e per Chanel.

Le Fonti del Clitunno

Le Fonti del Clitunno sono caratterizzate da piccoli crateri, delle buche profonde a forma di imbuto che possono arrivare a quattro metri di profondità, dai quali si aprono delle polle sorgive che apportano l’acqua al laghetto.

Fonti Clitunno sorgenti

A far da cornice e a rendere magica e romantica la visita alle Fonti del Clitunno ci sono numerosi alberi tra cui il pioppo cipressino, l’ilice nera, i frassini e i cipressi. E poi c’è il salice piangente posto al centro del laghetto a rendere questo luogo ancora più speciale.

La storia delle Fonti del Clitunno

Il fiume Clitunno ha una lunghezza di 60 km e confluisce nel fiume Topino. In passato era un fiume navigabile e consentiva di poter arrivare a Roma lungo il Tevere.

Nel 440 d.C. a causa del terremoto, diminuì la sua portata diventando un piccolo ruscello.

Tra il 1860 e il 1865 il conte Paolo Campello della Spina rilevò il Pozzo Piano, le attuali Fonti, e realizzò dei lavori di sistemazione con la creazione del laghetto e della piccola isoletta centrale, la piantagione degli alberi e l’introduzione degli animali.

Oggi il parco si estende per circa 10.000 metri quadrati.

Fonti del Clitunno

Le Fonti del Clitunno nella letteratura

Le Fonti del Clitunno hanno ispirato artisti e scrittori durante i loro soggiorni in Umbria.

Virgilio, conquistato dall’acqua limpida e cristallina che addirittura rendeva bianchissimi gli animali, descrive la bellezza delle Fonti nelle Georgiche.

In una lettera all’amico Romano, Plinio il Giovane elogia la sacralità del fiume.

“Hai mai visto la fonte del Clitunno? Se non ancora (e penso di no, diversamente me lo avresti raccontato), va’ a vederla; io l’ho vista solo di recente e mi dispiace il ritardo. Si erge un piccolo colle, boscoso e ombreggiato da antichi cipressi. Ai suoi piedi sgorga la fonte e scorre in molti corsi irregolari; dopo aver sopraffatto il giogo da sé creato, si spande in un’ampia polla, pura e così trasparente che potresti contarvi le monete gettate e i sassolini rilucenti. Da essa non per la pendenza del suolo, ma per la sua stessa copiosità e quasi per la forza del suo peso, l’acqua si propaga.

Plinio il Giovane
Fonti del Clitunno Umbria

E ancora, da Properzio a Corot, da George Byron a Giosuè Carducci, da Ladislao Kulczycki a Thomas Babington Macaulay.

George Byron dopo il suo viaggio in Umbria nel 1817, scrive delle Fonti nel IV canto del libro Childe Harold’s Pilgrimage.

Giosuè Carducci dedicò una poesia, Alle Fonti del Clitunno nel primo libro delle Odi Barbare.

Salve, Umbria verde, e tu del puro fonte
nume Clitumno! Sento in cuor l’antica
patria e aleggiarmi su l’accesa fronte
gl’itali iddii.

Chi l’ombre indusse del piangente salcio
su’ rivi sacri? ti rapisca il vento
de l’Appennino, o molle pianta, amore
d’umili tempi!

Giosuè Carducci – Le Fonti del Clitunno in Odi Barbare

Al poeta è stata dedicata una stele in marmo, realizzata da Leonardo Bistolfi con una scritta di Ugo Ojetti.

Fonti del Clitunno

Le Fonti del Clitunno con il cane

All’interno del parco è possibile portare i cani. Abbiamo visitato le Fonti del Clitunno nel primo pomeriggio dopo aver trascorso la mattina a Spello. E’ stata una scelta ottima sia per l’orario sia per il caldo che iniziava a dare fastidio a Chanel. Appena arrivati si è subito rilassata e la freschezza ha contribuito nella sua pennichella pomeridiana.

Fonti del Clitunno con il cane

Dove si trovano e come arrivare alle Fonti del Clitunno

Campello sul Clitunno si trova lungo la vecchia Via Flaminia a 13 km da Spoleto e a 18 km da Foligno. A 27 km trovate anche la caratteristica Rasiglia.

Il costo del biglietto è di 3 euro, l’ingresso è gratuito per i bambini sotto i 10 anni.

All’interno delle Fonti non è possibile consumare pasti.

Cosa vedere nei dintorni delle Fonti del Clitunno

Insieme alle Fonti del Clitunno cogliete l’occasione di visitare il Tempietto del Clitunno. Si trova a un km di distanza ed è Sito Unesco insieme alla Basilica di San Salvatore nella serie I Longobardi in Italia: i luoghi del potere.

Potrebbe interessare anche: Cosa vedere in Umbria: 5 giorni tra Assisi, Spoleto e la Valnerina


Rimaniamo in contatto?

Ricevi tutti gli aggiornamenti del blog, iscriviti al Canale Telegram e alla Newsletter! Mi trovi anche su Facebook!

Leggi anche

Lascia un commento

error: Content is protected !!