Naca di Catanzaro: la tradizionale processione del Venerdì Santo

by Jamaluca
Naca di Catanzaro

Il Venerdì Santo in Calabria ogni paese ha la sua tradizionale processione, e tra le più famose spicca la Naca di Catanzaro, quella del centro storico, perchè a noi piace emozionarci due volte nella stessa giornata insieme a quella del quartiere di Gagliano.

La Naca di Catanzaro

Intorno alle 17 noi catanzaresi ci prepariamo per dirigerci verso la Chiesa di turno per l’anno in corso. Una delle caratteristiche della Naca, infatti, è che ogni anno esce da una chiesa del centro storico diversa che può essere la Chiesa dell’Immacolata, la Chiesa del Rosario, la Chiesa del San Giovanni, o la Chiesa del Carmine.

Naca di Catanzaro
Naca di Catanzaro – Credits: Pino Simone

La ragione dell’organizzazione annuale da parte delle quattro Confraternite (l’Arciconfraternita di Maria SS. Immacolata, la Confraternita di S. Maria del Carmine, la Reale Arciconfraternita dei SS. Giovanni Battista ed Evangelista dei Cavalieri di Malta ad honorem e la Reale Arciconfraternita di Maria SS. del SS. Rosario) e di conseguenza l’uscita dalla chiesa di riferimento con relativo rientro è legata al passato.

Se fino al 1937 ogni chiesa di Catanzaro aveva la sua processione del Venerdì Santo con a seguito soltanto i parrocchiani, a partire da questa data Monsignor Fiorentini decretò la realizzazione di un’unica processione e affidarla a turno alle quattro Confraternite.

Madonna Addolorata durante la Naca
Naca di Catanzaro – Credits: Ettore Ruga

Come si svolge la Naca del centro storico

La processione segue un dettagliato ordine di uscita. I primi a varcare la soglia della Chiesa sono l’insegna della fratellanza e le bandiere dell’Addolorata, di San Giovanni e di Gesù.

Seguono i soldati romani e le tre croci accompagnati da tamburi e trombe. Ogni Confraternita ha la sua croce: bianca per il Carmine, celeste per l’Immacolata, nera per il Rosario e Rossa per il San Giovanni.

Naca di Catanzaro
Naca di Catanzaro – Credits: Ettore Ruga

Oltre le croci è un susseguirsi di associazioni, gruppi di preghiera, parroci e seminaristi, il vescovo e le autorità, fin quando la banda inizia a suonare appena appare sulla soglia la Naca portata a spalla dai Vigili del Fuoco seguito dalla Madonna Addolorata con il cuore trafitto dalle sette spade.

Madonna dell'Addolorata
Naca di Catanzaro – Credits: Ettore Ruga

La Naca è la culla in cui è adagiato il corpo di Gesù, affiancato dagli angeli di cartapesta che portano il calice, i chiodi e il martello, simboli della Passione. Ogni anno le statue della Naca e della Madonna Addolorata cambiano in base alla Confraternita di turno.

Naca di Catanzaro
Naca di Catanzaro – Credits: Pino Simone

La Naca di Catanzaro 2019

Dopo le uscite degli anni precedenti della Naca dalla Chiesa del Carmine nel 2016, dalla Chiesa del San Giovanni nel 2017 e dalla Chiesa del Rosario nel 2018, quest’anno è prevista dalla Basilica dell’Immacolata. L’orario di uscita solitamente è intorno alle 18.

Naca di Catanzaro
Naca di Catanzaro

Potrebbe interessare anche: 

Ringrazio Pino Simone ed Ettore Ruga dell’Associazione fotografica Cromatica per la concessione delle foto. Le mie, scusate, sono improponibili!

Se ti è piaciuto condividilo su:

Leggi anche

Lascia un commento