Home Veneto 101 cose da fare a Venezia almeno una volta nella vita

101 cose da fare a Venezia almeno una volta nella vita

by Maria Rita

Facciamoci trasportare dalle 101 cose da fare a Venezia almeno una volta nella vita consigliati da Gianni Nosenghi per scoprire la città romantica d’Italia. Quante di queste cose abbiamo fatto?

101 cose da fare a Venezia almeno una volta nella vita

101 cose da fare a Venezia almeno una volta nella vita

1. Mangiare un “gianduiotto” alle Zattere

2. Contare i gradini della scala del Bovolo

3. Trascorrere un pomeriggio nel laboratorio del Bepi… maestro di forcole per gondole

4. Andare in gondola sotto il Ponte dei Sospiri

5. Salire sul campanile di San Giorgio e guardare Venezia dall’alto

6. Inseguire Tadzio al Lido sulle orme di Thomas Mann

7. Mangiare da Montin sperando di incontrare gli eredi di Anonimo Veneziano

8. Avventurarsi in percorsi segreti tra mistero e magia

9. Rivivere i momenti principali de Il Mercante di Venezia e di altri luoghi shakespeariani

10. Vagare senza meta in una giornata di autunno

11. Scoprire Venezia negli ultimi alberi lasciati dalla Serenissima nel Bosco del Cansiglio

12. Comprare mestoli e papusse furlane

13. Andare a caccia dei nomi più strani stampati sui nizioleti

14. Fare il giro delle Scuole Grandi

15. Incontrarsi a San Bortolomio e poi andare in Naranzaria

16. Andare in Corte del Milion alla ricerca della famiglia di Marco Polo

17. Viaggiare con il Mappamondo di Fra Mauro

18. Portare una rosa sulla tomba Stravinsky e…

19. Inseguire il fantasma di Casanova

20. Trovare… l’Asso di Picche

21. Partecipare come figurante al corteo che precede la Regata Storica

22. Trim, l’australianoSedere in prima fila alla finale del Premio Campiello, una sera di settembre

23. Curiosare dietro le quinte della Mostra Cinematografica del Lido

24. Scoprire le pietre strane di Venezia

25. Bere un Bellini all’Harry’s bar con Hemingway

26. Fantasticare nei luoghi romantici di Byron

27. Ripercorrere i passi di Ezra Pound

28. Pedalare in tarda primavera, da Punta Sabbioni al Lio Piccolo

29. Imparare l’arte delle antiche dorature e lacche veneziane

30. Rabbrividire di fronte al Casino degli Spiriti

31. Controllare la ricostruzione del Gran Teatro della Fenice

32. Incontrare il Veronese nella chiesa di San Sebastiano

33. Incontrarsi con la luminosa arte del Tiepolo

34. Andare a caccia o a pesca nelle valli da pesca della Laguna nord e a volo d’uccello sulle barene in Laguna: la zona umida più vasta d’Italia

35. Pescare caparozzoli con Giulio in Laguna davanti all’isola di Poveglia

36. Vogare alla veneta per un pomeriggio tra le isole minori della Laguna: una gita in sandolo alle Vignole, Lazzaretto Nuovo e Sant’Erasmo

37. Andare alla ricerca delle isole minori scomparse o che stanno per scomparire

38. Prendere una suite al Gritti Palace o al Danieli o…

39. Comprare pesce in Pescharìa e ortaggi e frutta in Erbarìa a Rialto

40. Scoprire il Palladio veneziano

41. Passare un pomeriggio in Campo Grande con l’ultima merlettaia di Burano

42. Assistere per un paio d’ore un maestro soffiatore in una vetreria di Murano

Per approfondire: Visitare Murano e Burano: cosa vedere tra mastri vetrai, case colorate e merletti

Visitare Murano e Burano
Duomo di Murano

43. Divertirsi al Correr e a Ca’ Rezzonico come i veneziani nel Settecento

44. Studiare le “ istantanee” del Canaletto e la pittoresca poesia del Guardi

45. Camminare sulle orme dei Templari alla ricerca del Santo Graal

46. Sedersi sul trono di Attila a Torcello cercando le origini del popolo veneto

47. Iscriversi a un corso di soccorso e rianimazione in mare a Venezia

48. Curiosare in uno squero da cui “escono” le gondole

49. Tuffarsi in pieno Liberty

50. Visitare i giardini segreti di Venezia

51. Viaggiare con la macchina del tempo partendo da San Giorgio Maggiore

52. Fare il giro delle sette sinagoghe del Ghetto Nuovo

53. Osservare la vita di Venezia come la narra Carpaccio

54. Andare a zonzo per Burano con un catalogo dei colori (per vedere se ne hanno dimenticato qualcuno)

55. Gustare la Venezia più golosa

56. Bersi un’ombra con un cicheto in un bàcaro

57. Attraversare in barca il Canal della Giudecca la sera del Redentor…

58. Partecipare alla Vogalonga con qualsiasi tipo di imbarcazione

59. Capitare in un laboratorio di maschere

60. Seguire un funerale in gondola o in motoscafo

61. Lustrarsi gli occhi davanti alle vetrine degli antichi gioiellieri di San Marco

62. Cenare in una vecchai osteria con sarde in saor o sepe co’l tocio nerissimo e poenta bianca

63. Riascoltare la voce di Gualtiero Bertelli al mulino Stuchy

64. Accompagnare Hugo Pratt alle corti sconte

65. Andare alla chiesa di San Nicolò dei Mendicoli

66. Respirare aria del Settecento a casa Goldoni

67. Rendere omaggio ai grandi veneziani nella basilica dei Frari e in quella dei Santi Giovanni e Paolo

68. Spingersi da Venezia a Chioggia in vaporetto, filovia, ferry-boat

69. Studiare la cultura mechitarista a San Lazzaro degli Armeni

70. Riposare sul Burchiello che viaggia sul Brenta

71. Assaggiare la suca barucca, l’ultimo fritolin e la codognada de San Martin

72. Avvolgersi in morbide, fruscianti stoffe preziose

73. Meditare un’intera notte in cella a San Francesco del Deserto

74. Sperimentare la Bicinbarca in itinerari di più tappe

75. Attraversare Venezia con l’acqua alta

76. Ascoltare fiabe e leggende della laguna

77. Fornirsi di una bauta o una moretta e di un tabarro e, in una notte di nebbia fitta durante il Carnevale, andare al Ballo del Doge

78. Girare come mati a San Servolo e San Clemente: oltre i confini…

79. Rivivere l’antica tenzone tra Nicolotti e Castellani sul Ponte dei pugni

80. Andar a sbrindolon e ciacolar su modi di dire e proverbi

81. Seguire un itinerario erotico veneziano attraverso i secoli

82. Snidare i mostri che si affacciano dai muri

83. Godersi la festa della Madonna della Salute

84. Gironzolare per i Giardini della Biennale

85. Imparare ricamo e merletti alla scuola Jesurum

86. Sperimentare nuove scenografie a casa di Mariano Fortuny

87. Regalarsi un assaggio di musica, gastronomia e cultura alla festa di San Pietro in Casteo

88. Attraversare il Canal Grande da Piazzale Roma al Lido sulla Linea 1

89. Visitare l’Arsenale militare: il centro del potere della Serenissima

90. Contare i 101 modi per gustare i fiori rossi della laguna

91. Leggere a mezzanotte in biblioteca: la Querini Stampalia

92. Suonare le note del “Prete Rosso”: itinerari vivaldiani

93. Ripararsi dalla… Tempesta all’Accademia

94. Fotografare le vere da pozzo

95. Assaggiare caffè, infusi e cioccolate negli antichi caffè di Venezia

96. Incontrare Sant’Elena, la madre di Costantino

97. Salire a bordo di una galea del Trecento nelle acque della laguna

98. Scoprire l’avanguardia artistica a Venezia con Peggy Guggenheim

99. Scoprire che cosa nasconde il drappo nella Sala del Maggiore Consiglio

100. Contare le tessere di un antico mosaico

101. Scoprire la strana storia della Malcontenta

Informazioni sul libro

  • 101 cose da fare a Venezia almeno una volta nella vita
  • Autore: Gianni Nosenghi
  • Casa editrice: Newton Compton
  • Acquistalo su Amazon

Potrebbe interessare anche: Le più belle frasi e citazioni dedicate a Venezia

Rimaniamo in contatto?

Per ricevere tutti gli aggiornamenti del blog, iscrivitevi al Canale Telegram e alla Newsletter! Mi trovate anche su Facebook!

Leggi anche

Lascia un commento