Home Veneto Tre Cime di Lavaredo: visitare il simbolo delle Dolomiti con la nebbia

Tre Cime di Lavaredo: visitare il simbolo delle Dolomiti con la nebbia

by Maria Rita

Il viaggio nelle Dolomiti ci ha insegnato tre cose: essere pronti ai cambi di programma giornalieri, non desiderare troppo di vedere (una chiesa chiusa, un museo chiuso, una montagna immersa nella nebbia) e se si ha la possibilità, prenotare un giorno in più come cuscinetto e un eventuale piano B.

Quando si organizza un viaggio in montagna specie ad alta quota bisogna tener conto che non sempre le giornate che ci aspettano saranno soleggiate e tiepide. Non abbiamo pensato nemmeno a quanto il meteo sia variabile.

Andare in montagna necessita anche avere una buona dose di fortuna, se avete la possibilità programmate di restare un giorno in più per recuperare l’eventuale escursione annullata a causa della pioggia.

Nei nostri 5 giorni sulle Dolomiti abbiamo beccato due giorni di nebbia fitta e pioggia, il primo eravamo sul sentiero che porta alle Tre Cime di Lavaredo, il secondo lo abbiamo dedicato a visitare San Candido e riservarci i bei giorni per le escursioni alle 5 Torri e al Lago di Braies.

Nel nostro caso la nebbia ha avuto il sopravvento, o forse eravamo noi impreparati. Quella alle Tre Cime di Lavaredo è stata la nostra prima escursione, non avevo mai indossato un paio di scarpe da trekking prima, le ho acquistate per l’occasione.

Di certo, riguardando quelle foto dall’effetto “vedo non vedo” tornare e ammirarle di persona in una giornata di sole resta uno dei nostri grandi desideri.

Tre cime di Lavaredo escursione

Escursione alle Tre Cime di Lavaredo: informazioni utili e curiosità

Le Tre Cime di Lavaredo sono tra le cime più famose delle Dolomiti, simbolo e Patrimonio Unesco, e fanno parte delle Dolomiti di Sesto. Si trovano nel territorio veneto al confine con l’Alto Adige.

Oltre all’accesso dal Lago di Misurina anche a piedi attraverso un sentiero di 7,5 km che conduce al Rifugio Auronzo.

Se siete amanti e praticanti dell’escursionismo potete scegliere di partire dal nuovo punto panoramico sulle Tre Cime nei pressi del Lago di Landro.

Il Giro delle Tre Cime di Lavaredo non è facile ma neanche impossibile da percorrere. Il percorso è lungo 9,5 km circa e con un dislivello di quasi 400 m. Per chi soffre le altezze e i sentieri scoscesi è consigliabile percorrere il sentiero 101 a/r.

tre cime di Lavaredo
Foto di kordula vahle da Pixabay

E’ consigliabile l’utilizzo di bastoncini e scarpe da trekking oltre al classico abbigliamento a strati.
Se organizzate l’escursione in estate portate sempre dietro una felpa e una giacca antipioggia, le temperature cambiano velocemente.

Sono formate da tre picchi di roccia, la cima piccola alta 2857 metri slm, la cima grande centrale alta 2999 metri slm, e la cima ovest alta 2973 metri slm.

Curiosità legate alle Tre Cime di Lavaredo

Nell’agosto del 1869 Franz Innerkofler e Peter Salcher conquistarono la Cima Grande in meno di tre ore attraverso la via normale mentre nel 1933 gli alpinisti Emilio Comici e i fratelli Giovanni e Angelo Dima scalarono la ripida parete.

La prima donna a scalare la Cima Grande Anna Ploner nel settembre del 1874 accompagnata da Michl Innerkofler e Luigi Orsolina.

Rifugio Auronzo

La prima tappa per raggiungere le Tre Cime di Lavaredo è il Rifugio Auronzo a quota 2333 m slm. La sala pranzo è composta da 130 posti a sedere e sono presenti 99 posti letto.

Da qui si possono ammirare i Cadini di Misurina, le Tre Cime di Lavaredo, il Monte Cristallo, la Croda dei Toni, la Val d’Ansiei e il lago di Misurina. È punto di appoggio per il giro attorno alla Tre Cime, per l’Alta Via n.4 e per la Via ferrata De Luca-Innerkofler.

Il Rifugio Auronzo si raggiunge:

  • dal lago di Misurina sulla strada a pedaggio o mediante il sentiero che affianca la strada;
  • dal sentiero 1104 lungo la Val Marzon in quattro ore;
  • dal Rifugio Locatelli in un’ora e mezza;
  • dal rifugio Zsigmondy-Comici in tre ore;
  • dal rifugio Fonda percorrendo il sentiero Bonacossa in 2 ore e mezza.

Chiesetta di Santa Maria Ausiliatrice

A metà percorso tra il Rifugio Auronzo e il Rifugio Lavaredo si trova la Chiesetta di Santa Maria Ausiliatrice Madonna della Croda, la stele dedicata all’alpinista austriaco Paul Grohmann e il Monumento ai Caduti della Grande Guerra.

Tre-cime-di-Lavaredo-Monumento-Paul-Grohmann
Escursione Tre cime di Lavaredo

Lungo il sentiero che porta al Rifugio si possono notare tanti simboli realizzati con pezzi di roccia.

Rifugio Lavaredo

Il Rifugio Lavaredo, a quota 2344 m slm, si raggiunge in mezz’ora e dista 1,7 km dal Rifugio Auronzo. Con il bel tempo si può ben vedere come ci si trovi sotto la Cima Piccola.

Noi sfortunatamente non siamo riusciti a raggiungere le tre cime e godere del bellissimo panorama e, mentre altri temerari proseguivano per raggiungere il Rifugio Locatelli, abbiamo deciso di fermarci per il pranzo.

La nostra scelta non poteva che ricadere sui canederli e sul piatto tipico della casa ovvero la Polenta di Storo e la salciccia.

Rifugio Lavaredo Polenta di Storo

Per chi non conoscesse la Polenta di Storo si tratta di una farina gialla prodotta dal grano Marano, riconoscibile per le pannocchie tendenti al rosso, e macinato a pietra nel mulino di Storo.

Il Rifugio Lavaredo è aperto da metà Giugno a Ottobre e ha 24 posti letto.

Come raggiungere le Tre Cime di Lavaredo

Le Tre Cime di Lavaredo si raggiungono facilmente con l’auto e nei pressi del Rifugio Auronzo si trova il parcheggio a pagamento.

Raggiungere le Tre Cime di Lavaredo in autobus

Se avete organizzato il vostro viaggio nelle Dolomiti usufruendo dei mezzi pubblici o volete evitare di pagare il pedaggio di 30 euro potete prendere la navetta della linea Dolomitibus che in mezz’ora vi porta dal Lago di Misurina al rifugio Auronzo. Il prezzo del biglietto è di 4 euro a persona.

Una linea diretta con partenza da Passo Falzarego e Cortina raggiunge il lago di Misurina e in alcune ore anche il Rifugio Auronzo.

Come arrivare alle Tre Cime di Lavaredo a piedi

Esistono quattro porte di accesso per raggiungere le Tre Cime di Lavaredo.

  • da Misurina si percorre il sentiero che costeggia la strada principale; è l’unico accesso che consente di raggiungere le Tre Cime in auto e con un pedaggio da pagare.
  • la Val di Landro, tra Cortina d’Ampezzo e Dobbiaco, dove è possibile anche fermarsi per ammirare la veduta sulle Tre Cime dal punto panoramico se siete di passaggio verso una delle due località. Le Tre Cime e il Rifugio Locatelli si raggiungono in tre ore e mezza percorrendo il sentiero n. 102.
  • la porta della Val di Campo di Dentro, Innerfeldtal, tra San Candido e Sesto.
  • la porta orientale della Val Fiscalina nei pressi di Sesto

Altri post da leggere:

Leggi anche

Lascia un commento