Home Puglia Maiolica di Laterza: visitare il Muma e l’antico Rione Mesola

Maiolica di Laterza: visitare il Muma e l’antico Rione Mesola

by Maria Rita

Se siete appassionati di ceramica, vi porto a scoprire l’arte della maiolica di Laterza, un piccolo comune della provincia di Taranto al confine con la Basilicata.

La maiolica di Laterza

Il primo incontro con la maiolica di Laterza l’ho avuto appena siamo arrivati in Piazza Vittorio Emanuele guardando la fontana con l’obelisco dedicata all’Immacolata. La fontana è rivestita da 2600 piastrelle realizzate a mano da Giovanni Carrera.

Maiolica di Laterza
Fontana con obelisco rivestita in maiolica – Laterza

L’arte della maiolica a Laterza è fiorente già dal 1500 e Geronimo Marciano è testimonianza di come i vasi laertini siano simili a quelli di Faenza. Il massimo splendore viene raggiunto tra il ‘600 e la fine del ‘700 divenendo uno dei maggiori centri produttivi, risultanti nel catasto onciario del 1747 con la presenza di 45 fornaci e 48 botteghe figuline. Il Rione Mesola era l’antico rione delle ceramiche.

Rione Mesola Laterza
Rione Mesola – Laterza

Laterza ha avuto grandi nomi di personaggi dell’arte ceramica, come il Maestro Angelo Antonio D’Alessandro che ha contribuito con la sua maiolica nel barocco, insieme a Lorenzo Gallo, Geronimo Tammorrino, D’Aloisio, Andriuzzo e Collocola.

All’interno della sacrestia del Santuario Mater Domini  si possono notare antiche mattonelle, e nella cripta, una raffigurazione ceramica a tre colorazioni dell’Immacolata Concezione, firmata e datata Mastro Giuseppe Mele, anno 1761.

Antiche mattonelle in maiolica nel Santuario di Mater Domini a Laterza
Antiche mattonelle in maiolica nel Santuario di Mater Domini a Laterza

Rispetto ad altri paesi e città Laterza nel corso dei secoli ha perso un po’ della sua attività subendo un periodo di decadenza. Negli ultimi l’arte e la produzione della maiolica sono tornati alla luce grazie alle nuove botteghe e al Muma.

Muma: il Museo della Maiolica

All’interno del Palazzo Marchesale è possibile visitare il Museo della Maiolica, Muma, dedicato a Riccardo Tondolo. Nel museo, inaugurato nel 2015, sono esposte 150 opere tra albarelli, acquasantiere, mattonelle, piatti da parata, anfore e calamai.

Museo della Maiolica di Laterza
Museo della Maiolica di Laterza

Nel museo si può ammirare lo stile dell’istoriato laertino che si contraddistingue per le sfumature cromatiche del blu e pochi tocchi di giallo e verde su una base di smalto bianco. Le scene che vengono per lo più rappresentate si rifanno ad episodi cavallereschi, biblici e mitologici.

Per saperne di più su orari e giorni di apertura visita il sito ufficiale.

Maiolica di Laterza
Museo della Maiolica di Laterza

Mesolab: la maiolica in grottega

Nel Rione Mesola si trova la grottega, una grotta-bottega in cui Dominique Parisi ha il suo laboratorio sperimentale di maiolica, Mesolab Ceramics.

Attraverso co-working e stampa 3D, Mesolab collega il passato tradizionale della maiolica a nuovi stili e design innovativi. Dominique, promuovendo il territorio e le ceramiche locali, realizza oggettistica e gioielli.

Mesolab si trova in Via Mesola, 11 – Per sapere di più visita il sito ufficiale

Mesolab - Laterza
Mesolab – Laterza

Buongiorno Ceramica a Laterza

Dal 1999 l’AiCC, Associazione Italiana Città della Ceramica, ha l’obiettivo di tutelare e valorizzare la ceramica artistica e artigianale. Laterza è uno dei soci tra i quaranta comuni aderenti alle iniziative.

Ogni anno nelle città aderenti si svolge l’evento Buongiorno Ceramica, due giornate interamente dedicate alla scoperta dell’artigianato con aperture straordinarie di botteghe, musei, studi e atelier, visite guidate, mostre, forni, laboratori, attività per bambini, performance tra musica e buon cibo locale.

Cosa abbiamo combinato a Laterza con Buongiorno Ceramica? Oltre a visitare il Museo della maiolica e la grottega Mesolab, ho avuto il piacere di mettere mano nell’argilla e realizzare al tornio con l’aiuto di Antonio Marilli la mia prima ciotola.

Buongiorno Ceramica a Laterza
Buongiorno Ceramica a Laterza

Nel pomeriggio invece abbiamo partecipato all’evento Da Mangiamaccheroni a Passalacqua per la presentazione della borraccia ideata da Vito Carenza e realizzata da Lina Marilli.

L’idea della borraccia, che riprende lo stile della maiolica laertina, è volta sia a promuovere il territorio sia a sostituire le bottiglie di plastica durante le escursioni collegando la gravina alla ceramica.

Maiolica di Laterza - Passalacqua
Maiolica di Laterza – Passalacqua con gli autori

E voi siete appassionati di ceramica?

Se volete scoprire la città, leggete anche Laterza: cosa vedere nel centro storico e dove mangiare

In collaborazione con Associazione Italiana Travel Blogger e Buongiorno Ceramica.

Aggiornato il

Lascia un commento