Home ♡ CALABRIA MIA ♡ Gerace, la Firenze del Sud: cosa vedere nel borgo delle cento chiese

Gerace, la Firenze del Sud: cosa vedere nel borgo delle cento chiese

by Maria Rita

Arroccata su una rupe, in posizione dominante sulla valle della Locride e con il Mar Jonio in lontananza, Gerace, borgo più bello d’Italia e bandiera arancione, è uno scrigno ricco di tesori, dalle tante chiese di epoche diverse ai palazzi baronali barocchi della Città Alta e alle finestre bifore, fino alle botteghe artigiane scavate nella roccia.

Secondo la leggenda gli abitanti di Locri Epizephiri, per sfuggire ai saraceni seguirono il volo di uno sparviero, Ierax, per costruire le proprie abitazioni nel posto in cui si pose tra le colline.

Grazie alla sua importanza religiosa ed artistica le hanno attribuito le definizioni della Firenze del Sud, la Gerusalemme della Calabria, il borgo delle cento chiese, la Città Santa.

Un borgo che ancora oggi è ben conservato ed è suddiviso in Borgo Maggiore, Largo Piano, Borghetto e Città Alta.

Gerace è di gran lunga il più grandioso e superbo luogo come posizione in generale, e come città, che noi abbiamo finora visto in Calabria.

Edward Lear – Diario di un viaggio a piedi

Cosa vedere a Gerace 

Ogni roccia, santuario o palazzo, a Gerace, sembravano sistemati e colorati apposta per gli artisti, e l’unione delle linee realizzate dalla natura e dall’arte era semplicemente deliziosa.

Edward Lear – Diario di un viaggio a piedi

La Chiesa della Nunziatella

La Chiesa della Nunziatella, insieme a quella di San Giovannello, è tra le più antiche di Gerace. All’esterno presenta le tessiture a spina di pesce, all’interno invece rimane un piccolo affresco. Il suo stile lo accomuna alla Panaghìa di Rossano.

Gerace - Chiesa della Nunziatella
Gerace – Chiesa della Nunziatella

Il Belvedere dalle Bombarde

Dopo aver attraversato la Porta del Sole si arriva alle Bombarde. Da qui si può ammirare il Borgo Maggiore dall’alto e la costa da Roccella Jonica fino ad Africo.

Gerace - Belvedere dalle Bombarde
Gerace – Belvedere dalle Bombarde

Cattedrale di Gerace e Museo Diocesano 

La Cattedrale di Gerace è una delle più importanti chiese romaniche del Sud Italia oltre ad essere la più grande in Calabria. Fu costruita sui resti della chiesa dedicata a Santa Ciriaca, l’Aghìa Kyriakì, tra il 1085 ed il 1120 e consacrata nel 1222 alla presenza dell’imperatore Federico II.

Accanto alla Cattedrale puoi notare l’Arco dei Vescovi, costruito sul finire del ‘500 per accogliere il nuovo vescovo, che un tempo doveva attraversarla su un’asina bianca, una simbologia che richiamava l’ingresso di Gesù a Gerusalemme. Sull’arco si possono ammirare lo stemma del Vescovo e la Meridiana.

Cattedrale di Gerace
Cattedrale di Gerace

Appena entri sembra una chiesa spoglia in confronto ad altre cattedrali maggiormente decorate e nella sua semplicità trovi l’immenso patrimonio storico dallo stile normanno, romanico e dorico. Le venti colonne, una diversa dall’altra, sono di epoca imperiale mentre i capitelli sono di stile corinzio-asiatico.

Tra le opere spiccano il bassorilievo sull’Incredulità di S. Tommaso fu commissionato da Tommaso Mercuri nel 1547 e appartiene alla scuola del Gagini, il sepolcro dei conti Giovanni e Battista Caracciolo e il monumento funebre della famiglia Polizzi.

Nella Cappella del SS. Sacramento si trovano i dipinti dell’Ultima cena e della Sacra famiglia.

Cattedrale di Gerace
Cattedrale di Gerace

Il Museo Diocesano si trova all’interno della cripta, nel quale si può ammirare il Sacello della Madonna dell’Itria e, nella Cappella di San Giuseppe, il Tesoro della Cattedrale.

Piazza delle tre chiese

Nella Piazza delle tre chiese si possono ammirare la Chiesa del Sacro Cuore, la Chiesa di San Francesco e la Chiesa di San Giovannello.

La Chiesa del Sacro Cuore

La chiesa, con la facciata in stile barocco, fu costruita sull’antico edificio dedicato a S. Stefano col nome di S. Maria della Sanità. Distrutta durante il terremoto del 1783, venne riedificata a cura della Confraternita del Sacro Cuore e di Maria SS. del Rosario nel 1851. La Chiesa del Sacro Cuore è caratterizzata dal soffitto, decorato con stucchi e immagini che si rifanno all’Antico Testamento, e dalla pavimentzione in maiolica.

Gerace - Chiesa del Sacro Cuore
Gerace – Chiesa del Sacro Cuore

La Chiesa di San Giovannello

La piccola Chiesa di San Giovannello è una vera bomboniera, risale all’XI secolo e ancora oggi si celebra il rito greco-ortodosso.

Gerace - Chiesa di San Giovannello
Gerace – Chiesa di San Giovannello

La Chiesa di San Francesco

La Chiesa di San Francesco, con l’annesso convento fondato da Daniele nel XIII secolo, è uno dei più importanti edifici in stile gotico in Calabria e dichiarata bene architettonico di interesse nazionale.

Costruita nel 1252 su un preesistente edificio romanico, tra il 1806 e il 1897 fu adibita a prigione.

All’interno si presenta con una navata unica e custodisce l’altare maggiore seicentesco in marmi policromi intarsiati, l’arco trionfale del 1664, in stile barocco e decorato con intarsi in marmi poilicromi, realizzato dal frate geracese Bonaventura Perna, e il sarcofago funebre del 1372 del guerriero Nicola Ruffo.

Gerace – Chiesa di San Francesco

I ruderi del Castello

I ruderi del Castello di Gerace, edificato intorno al VII secolo d.C., si trovano nella parte alta del borgo, nel piazzale “Baglio” in cui si trova anche il Monumento ai Caduti. Ristrutturato e fortificato dai normanni, dopo essere stato devastato dai bizantini, e dopo successive devastazioni, oggi ne rimangono la torre e le mura.

Castello di Gerace
Castello di Gerace

La Chiesa di Santa Maria del Mastro

Prima di raggiungere il centro storico di Gerace, nel Borgo Maggiore in Piazza della Repubblica si trova la chiesa di Santa Maria Del Mastro. Al suo interno si può ammirare la statua della Madonna con il Bambino.

La ceramica di Gerace

Gerace non è solo meta di turismo religioso. Insieme a Squillace e Seminara è uno dei maggiori centri della lavorazione della ceramica, basti sapere che qualche produzione risalente al 1600 è esposta al British Museum di Londra. Le botteghe artigianali si concentrano nella Borgo Maggiore.

Cosa vedere nei dintorni di Gerace

Nei dintorni di Gerace potete visitare il Parco Nazionale d’Aspromonte, la Villa Romana di Casignana, il Musaba a Mammola, Roccella Jonica e il Parco Archeologico di Locri Epizefiri.

Vuoi scoprire la mia bellissima Calabria?

Rimaniamo in contatto?

Ricevi tutti gli aggiornamenti del blog, iscriviti al Canale Telegram e alla Newsletter! Mi trovi anche su Facebook!

Aggiornato il

Leggi anche

1 commenta

Domenica 17 Novembre 2019 - 21:02

Un Paese che amo enormemente!
Un articolo da leggere tutto di un fiato … bravissima Jamaluca!

Ripeti

Lascia un commento

error: Content is protected !!