Home ♡ CALABRIA MIA ♡ 10 cose da non perdere ad Altomonte in Calabria

10 cose da non perdere ad Altomonte in Calabria

by Maria Rita

A due passi dal Parco Nazionale del Pollino in provincia di Cosenza si trova uno dei borghi medievali da visitare almeno una volta nella vita. Se siete curiosi di sapere cosa vedere ad Altomonte vi consiglio 10 cose da non perdere.

Cosa vedere ad Altomonte

Anfiteatro

L’anfiteatro o Teatro Belluscio è stato inaugurato nel 1988 e ogni estate diventa il fulcro delle serate altomontesi. Dal parcheggio si riescono a scovare alcuni mosaici realizzati da artisti nazionali e internazionali come Liv Saertre e Wolfgang Wohlfahrt.

Altomonte - mosaici dell'anfiteatro
Altomonte – mosaici dell’anfiteatro

Piazza Tommaso Campanella

In Piazza Tommaso Campanella, si trovano il Museo Civico e la Chiesa di Santa Maria della Consolazione. Il filosofo di Stilo, qui scrisse intorno al 1589 il Philosophia sensibus demonstrata. Affacciandosi dalla balconata si possono ammirare il Lago d’Esaro, il Lago di Farneto e i Monti dell’Orsomarso e del Pollino.

Altomonte - Tommaso Campanella
Altomonte – Tommaso Campanella

Chiesa di Santa Maria della Consolazione

La Chiesa di Santa Maria della Consolazione, voluta da Filippo Sangineto, fu costruita intorno al 1336 su un precedente edificio normanno dedicato a Santa Maria de’ Franchis e consacrata nel 1342. Oggi rappresenta uno dei maggiori monumenti dell’architettura angioina in Calabria.

Cosa vedere ad Altomonte - Chiesa di Santa Maria della Consolazione
Cosa vedere ad Altomonte – Chiesa di Santa Maria della Consolazione

Al suo interno custodisce il Sepolcro della famiglia Sangineto, la tomba pavimentale di Cobella Ruffo, il Sepolcro del cavaliere ignoto, il battistero di epoca barocca e il coro ligneo a 37 stalli.

Altomonte - Chiesa di Santa Maria della Consolazione
Altomonte – Chiesa di Santa Maria della Consolazione

Museo Civico

Il Museo Civico di Altomonte, all’interno del Convento Domenicano, custodisce, tra le varie opere, il San Ladislao realizzato da Simone Martini nel 1326, le due tavole raffiguranti l’una San Giovanni Battista e Maria Maddalena e l’altra Sant’Agostino e San Giacomo di Bernardo Daddi, e la Madonna delle Pere di Paolo di Ciacio risalente al 1460.

Il museo si può visitare, a eccezione del 25 dicembre, dal 1 ottobre al 30 marzo dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19, e dal 1 Aprile al 30 settembre tutti i giorni ore dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20.

La visita al museo costa 3 euro per età compresa tra i 18 e i 65 anni, per le altre età il prezzo è ridotto a 1 euro.

Per ulteriori informazioni consultate il Sito ufficiale del museo civico.

Altomonte - Chiostro del museo civico nell'ex convento domenicano
Altomonte – Chiostro del museo civico nel convento domenicano

Gli antichi palazzi nobiliari

Altomonte è ricca di antichi palazzi nobiliari. Passeggiando per le viuzze del paese si possono ammirare il Palazzo Giacobini, il Palazzo Scaramuzza, il Palazzo Coppola e il Palazzo Pancaro.

Torre Pallotta e Museo Azzinari

Dopo aver lasciato il Museo Civico e la Chiesa di Santa Maria della Consolazione, troviamo Torre Pallotta, un classico esempio di torre normanna accanto al Castello. Costruita nel 1050, nei secoli è stata oggetto di rimaneggiamenti con l’aggiunta della finestra bifora. All’interno è possibile ammirare le opere di Franco Azzinari in una mostra permanente.

Cosa vedere ad Altomonte - Torre Pallotta
Cosa vedere ad Altomonte – Torre Pallotta

Castello Normanno

A poca distanza da Torre Pallotta si trova il Castello Normanno di Altomonte, costruito nel 1056 d.C. da Roberto il Guiscardo. Nei secoli è stata la principale residenza dei Signori di Altomonte, Guasto, Pallotta, Sangineto, Ruffo e Sanseverino.

Nella nostra visita ad Altomonte lo abbiamo visto dall’esterno perchè oggi è un albergo ristorante e sinceramente non so se è possibile visitarlo.

Chiesa di San Giacomo Apostolo

La Chiesa di San Giacomo Apostolo è una delle più antiche di Altomonte e di origine bizantina, si trova in Piazza Balbia.

Chiesa di San Francesco di Paola

Nella parte bassa del paese, nella piazza omonima si trova invece la Chiesa di San Francesco di Paola in cui è possibile ammirare alcune sculture e gli affreschi dedicati ai miracoli del Santo oltre alle tre tele di Angelo Galtieri raffiguranti l’annunciazione, l’adorazione dei Pastori e l’adorazione dei Magi.

Altomonte - Chiesa di San Francesco di Paola
Altomonte – Chiesa di San Francesco di Paola

Accanto alla Chiesa è annesso l’ex Convento dei Minimi e il Chiostro settecentesco.

Cosa fare ad Altomonte

Non troppo distante dal centro storico di Altomonte, si può trascorrere del tempo all’aria aperta nel Parco comunale naturale del Farneto, area boschiva di circa 200 ettari e un tempo riserva di caccia dei Sanseverino.

Presso il laghetto artificiale è possibile pescare o godersi una giornata diversa grazie alla presenza di barbecue e aree picnic attrezzate.

Eventi da non perdere ad Altomonte

Nel borgo di Altomonte vengono organizzati diversi eventi, vediamo i principali.

  • La Notte dell’Epifania viene rievocato l’arrivo dei Magi, con figuranti in costume.
  • Le fucine, tradizionali falò che si accendono alla vigilia di San Giuseppe e San Francesco da Paola
  • Passione del Venerdì Santo
  • Festa Patronale di San Francesco da Paola si svolge la seconda domenica dopo Pasqua
  • Festa del Corpus Domini con Infiorata
  • Gran Festa del Pane si svolge per 4 giorni l’ultima settimana di maggio
  • Festival della Danza si svolge la seconda settimana di giugno
  • Rock Festival presso l’anfiteatro a metà luglio
  • Festival Euromediterraneo a luglio e agosto
  • Sagra dei funghi a novembre

Curiosità su Altomonte

Oltre a far parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia, Altomonte rientra tra le Città del Pane, le Città Slow, ed è Bandiera Verde.

Altomonte è definita la città dell’amore e il paese dei matrimoni. Ogni anno oltre 300 coppie decidono di coronare il loro sogno attratti dal borgo, dalla bellissima Chiesa di Santa Maria della Consolazione, dal Chiostro e dal Castello per il ricevimento.

Anticamente Altomonte era conosciuta come Balbia collegandosi al famoso vino balbino ed è citato anche da Plinio il Vecchio nella sua “Naturalis Historia”.

Le opere di Simone Martini, Bernardo Daddi e della scuola di Giotto consentono di definire Altomonte come un’isola d’arte del trecento toscano in Calabria.

Cosa vedere nei dintorni di Altomonte

Dopo aver visitato Altomonte consiglio di visitare Lungro per ammirare la Cattedrale di San Nicola di Mira, il Santuario della Madonna del Pettoruto a San Sosti e la Villa Romana a Roggiano Gravina nei pressi del Lago d’Esaro.

Come arrivare ad Altomonte

Altomonte si trova a 10 km dall’autostrada Salerno – Reggio Calabria. Si può anche raggiungere percorrendo la Strada Statale 283 da Guardia Piemontese.

Ti potrebbe interessare:


Volete scoprire la mia bellissima Calabria?

Rimaniamo in contatto?

Per ricevere tutti gli aggiornamenti del blog, iscrivitevi al Canale Telegram e alla Newsletter! Mi trovate anche su Facebook!

Leggi anche

Lascia un commento

error: Content is protected !!